Nel mese di luglio è stata realizzata una prima campagna preliminare di rilievi a terra in aree campione (fra le superfici classificate nella prima fase del progetto come pioppicoltura specializzata ad alto fusto) per testare metodologie per l’integrazione di rilievi a terra tradizionali, tecnologie innovative di proximal e remote sensing (canopy photography e drone) e dati acquisiti da telerilevamento satellitare.

Questo primo rilievo darà informazioni preliminari su come sviluppare l’integrazione e l’upscaling dei vari strati acquisiti, allo scopo finale di realizzare un sistema di monitoraggio multi-scalare, che permetta la mappatura e l’individuazione di aree a stress da satellite (early warning), e l’applicazione di interventi sito specifici e rilievi di dettaglio, secondo un duplice approccio top-down e bottom-up. I dati acquisiti saranno in ultimo implementati in una nuova piattaforma web-gis, che, raccogliendo gli strati realizzati nelle varie fasi del progetto, fornirà un sistema innovativo di monitoraggio multiscalare ad alta risoluzione spaziale e temporale delle superfici pioppicole in regione Lombardia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...